ASL1 – Incontro tra sindacati e Direzione strategica: due versioni contrastanti

Redazione
Redazione
9 Minuti di lettura

Dopo la manifestazione “La sanità pubblica si difende” del 14 giugno scorso – in cui la Direzione aziendale ha fatto una figura barbina sottraendosi all’incontro con la delegazione di manifestanti e abbandonando gli uffici in anticipo – il 20 giugno si è infine tenuto l’agognato incontro tra le parti. Sull’esito di tale incontro, i giudizi sono però contrastanti: delusi sindacati e associazioni, che accusano la Direzione aziendale di aver dato risposte evasive e di circostanza e di aver assunto solo pochi impegni formali, in particolare sull’attacco hacker e sul gravissimo furto dei dati sensibili di dipendenti e utenti.

Riportiamo di seguito due Comunicati stampa integrali diffusi dalle parti, il primo è di Sindacati e associazioni e il secondo è della Direzione aziendale della Asl 1 Avezzano – Sulmona – L’Aquila. Buona lettura.

COMUNICATO STAMPA – Sindacati e associazioni

LA SANITÀ PUBBLICA SI DIFENDE

20 GIUGNO 2023 / INCONTRO DIREZIONE STRATEGICA ASL1

Se vi fosse stato bisogno di conferme circa la debolezza ed inadeguatezza degli attuali vertici della ASL 1, la riunione odierna ha certificato il giudizio.

Nessuna risposta sui temi posti. Incredibili rimandi di responsabilità alla politica regionale, che peraltro tale assetto ha dato alla ASL1. In un drammatico gioco delle parti loro sono i buoni, i volenterosi, i coerenti e gli altri, cioè i loro mentori i cattivi.

Nessuna assunzione di responsabilità. Vi è sempre un impedimento, le problematiche rimangono prive di soluzioni.

Sui Nuclei di Cure Primarie siamo alla farsa. Sono intenzionati a procedere alle sostituzioni dei medici usciti per pensionamento ma incredibilmente non conoscono le capienze del loro Bilancio e dei vari fondi che lo compongono. Altrimenti CERTAMENTE procederebbero.

Sulle Case di Comunità, confermano determinazioni incomprensibili, dettate da convenienze economiche e non dai bisogni delle cittadine e dei cittadini. Pertanto le stesse sia a L’Aquila che a Sulmona sorgeranno all’interno dei nosocomi cittadini, ben distanti da quel concetto di medicina territoriale di prossimità tanto reclamata ed anelata durante la dura fase pandemica. Allo stesso tempo si prospettano mirabolanti projet-financing tesi a realizzare parcheggi certo utili, ma che non risolvono i problemi dell’assistenza sanitaria delle nostre comunità.

Fastidio e mancate risposte la cifra della riunione. Fastidio nel produrre e consegnare atti, nel renderli disponibili, nel comunicare. Risposte tutte volte a giustificare se stessi e rispedire le responsabilità alla Politica.

La commedia all’italiana insomma

Tante, troppe quasi tutte inevase le richieste poste nella Piattaforma prodotta dalle scriventi. Ancora hanno bisogno di tempo. Lo stesso che i fruitori dei servizi sanitari spesso non hanno. Lo stesso che loro provano a guadagnare, mentre le problematiche tutte rimangono senza risposta.

Esternalizzazioni, liste di attesa, emergenza urgenza, salute mentale, consultori, hackeraggio e furto dei dati gli altri temi posti alla loro attenzione. Risposte evasive e di circostanza. Impegni pochi e formali.

Sostanza nulla

Saremo riconvocati. Noi saremo come sempre presenti e determinati ad ottenere le risposte ai bisogni posti. Il tempo però è fattore determinante. Non siamo disposti ad ulteriori rimandi, non accetteremo ulteriori giustificazioni. Siamo pronti a continuare la mobilitazione e se necessario ad alzare il livello della stessa.

LA SANITÀ  PUBBLICA SI DIFENDE

Cgil L’Aquila, Federazione Italiana dei Medici di Medicina Generale, Sindacato Dei Medici Italiani, Sindacato Nazionale Autonomo Medici Italiani, 180 Amici L’Aquila,  Unasam, Cittadinanzattiva L’Aquila, Tribunale per  i diritti del  malato Abruzzo, Anpi, Arci, Auser, Udu, Associazione Donatella Tellini-Centro Antiviolenza e Biblioteca delle Donne, Associazione Donne TerreMutate,  Comitato promotore “ Salviamo i  Nuclei di Cure Primarie”

—— *** ——

COMUNICATO STAMPA – ASL1

NUCLEI DI CURE PRIMARIE, ASL 1: “NESSUNA CHIUSURA”. ILLUSTRATI ANCHE I RISULTATI SUL FRONTE DEL PERSONALE

Martedì 20-6- 2023

Come annunciato nei giorni scorsi, la Direzione aziendale della Asl 1 Avezzano – Sulmona – L’Aquila, attraverso un incontro organizzato presso la propria sede, si è messa a disposizione dei rappresentanti politici, di alcune sigle sindacali e associazioni del campo medico-sanitario. Durante il confronto è stato ribadito ancora una volta l’impegno al mantenimento dell’esperienza positiva dei Nuclei di Cure Primarie. Va chiarito che le notizie sulla paventata chiusura di tali Nuclei risultano prive di fondamento, così come un presunto rischio di depotenziamento dell’assistenza nelle zone più interne del territorio, come peraltro le ultime deliberazioni dell’azienda sull’inserimento di personale nelle sedi di Montereale e San Demetrio stanno a dimostrare. Vi è senza dubbio la necessità di avere certezza sulla capienza del Fondo finalizzato alle forme di associazionismo dei MMG da parte degli uffici regionali competenti, che tuttavia non inficia la volontà di perseguire il potenziamento dell’assistenza di cui l’azienda si fa interprete e promotrice.

“Voglio ricordare che siamo al lavoro da tempo per una sanità vicina ai cittadini, anche con la grande sfida delle Case di Comunità, che non saranno solo le 11 indicate dal Ministero ma ben 26”, ha spiegato il manager della Asl 1, prof. Ferdinando Romano.

L’azienda ha illustrato anche i risultati raggiunti sul fronte del personale, con centinaia di assunzioni e stabilizzazioni portate a termine negli ultimi due anni per medici, personale sanitario e amministrativo.

L’incontro è durato circa 4 ore a dimostrazione, se ve ne fosse bisogno, della totale apertura al confronto da parte della Direzione aziendale.

L’azienda esprime una valutazione positiva dell’incontro, che ha rappresentato un momento di confronto di idee e di opinioni che, anche se diverse, sono sempre espressione dell’univoca volontà di garantire l’interesse dei cittadini.

ASL1 Avezzano Sulmona L’Aquila – Ufficio stampa

SULLO STESSO ARGOMENTO LEGGI ANCHE:

ASL1 – Il desolante comunicato stampa della Direzione generale

Sanità pubblica: Dirigenti ASL1 abbandonano gli uffici all’arrivo dei manifestanti

Il Garante della Privacy inchioda la Asl 1 Abruzzo alle proprie responsabilità

Hacker ASL1 –Marsilio rompe il silenzio e passa dalla tragedia alla farsa

Tagliacozzo – Comitato dei sindaci: lo schiaffo di Biondi ai marsicani …e ai giornalisti

ASL 1 – Protesta delle associazioni domani al   Consiglio regionale

Sistema informatico della ASL1 ancora in tilt. A Capistrello il CUP non può erogare il servizio

“Welcome to Regione Abruzzo” – Sito web della V.I.A. regionale inaccessibile

Sindaca De Rosa: “Regione elusiva e assente, gestione della cosa pubblica disastrosa”, e invita i cittadini a presentare istanze

Disfatta informatica ASL 1 Abruzzo, parla il presidente Caruso del Comitato ristretto dei Sindaci

ASL1 – Il messaggio nascosto degli hacker

Hacker ASL1 chiedono un riscatto. Pubblicati oltre 10 giga byte di dati sensibili e ris

Hacker russi e regione che russa

ASL1 – Il gioco si fa duro: gli hacker alzano il livello dello scontro

Dopo il Covid-19 saranno i virus informatici a scatenare le future pandemie. L’attacco alla ASL1 è solo un’anteprima

ASL1 – Ultim’ora: hacker si appellano agli utenti. Pubblicano un elenco di mille pazienti e avvertono: il prossimo potresti essere tu

ASL1 – Ultim’ora: gli hacker si rivolgono a Marsilio

Hacker ASL1 chiedono un riscatto. Pubblicati oltre 10 giga byte di dati sensibili e riservati

Attacco hacker alla ASL 1: ecco il documento integrale delle richieste dei pirati

Condividi questo articolo