Avezzano – ” La Rosa del Partigiano “: inaugurazione del monumento in ricordo dell’eccidio di Capistrello

Redazione
Redazione
7 Minuti di lettura

COMUNICATO STAMPA

” La Rosa del Partigiano “. monumento che ricorda i 33 martiri Capistrello e Antonio Rosini, un monito contro tutte le guerre – Un dono dell’ANPI Marsica alla Città di Avezzano, realizzato dagli studenti del liceo Bellisario: Inaugurazione sabato 17 ore 11, parco Castello Orsini Colonna.

Il progetto nasce il 4 giugno 2021, anniversario dell’eccidio di Capistrello ,giornata nella quale si è tenuta  la Commemorazione presso la tomba dei Trentatré Martiri nel Cimitero della Città di Avezzano  e, in seguito, da un incontro all’Aia dei Musei voluto per ricordare Antonio Rosini,figura essenziale e focale  nella ricostruzione storica degli eccidi nazi-fascisti nella Marsica e in Abruzzo.

 In quell’occasione le Amministrazioni Comunali di Avezzano, di Capistrello e, in seguito, di Luco dei Marsi hanno assunto l’impegno affinché nel nostro territorio possano essere sedimentate le tracce concrete del lavoro di ricerca e di valorizzazione della memoria, promosso dal citato Antonio Rosini nel corso della sua vita.

Il Comune di Avezzano, nella persona del Sindaco Dott. Giovanni Di Pangrazio, insieme all’Anpi Marsica, ha individuato il parco del Castello di Avezzano come luogo di testimonianza alta di una traccia emblematica.

Sulla base di queste indicazioni l’ANPI Marsica ha coinvolto il Liceo Artistico di Avezzano per progettare un simbolo che, secondo gli studenti, potesse meglio testimoniare l’eccidio di Capistrello e il suo legame culturale e storico con la figura di Antonio Rosini.

Il liceo artistico  di Avezzano ha progettato il monumento commemorativo denominato “La Rosa del Partigiano” con correlata interpretazione dell’opera. Il monumento è altamente significativo e semplicemente di ottima fattura. La passione e l’entusiasmo dei giovani studenti caratterizzano tutta l’opera e rappresentano un percorso profondo ed un ricordo serio di formale e sostanziale rispetto, nonché  di modernità artistica.

Il 29 aprile 2022 il progetto è stato presentato all’Amministrazione comunale rappresentata dall’assessore alla Pubblica Istruzione Patrizia Gallese e dall’assessore al decoro urbano e verde pubblico, rigenerazione urbana,    Roberto Verdecchia. Erano presenti gli insegnanti Prof. Stefania Ferella, Giuseppina Pilla e Giuseppe Cipollone oltre ad Augusto Di Bastiano, Segretario ANPI Marsica e Carlo Komel,  Presidente dell’Associazione “Il Cammino dell’Accoglienza”.

Gli alunni e gli insegnanti hanno illustrato la loro idea di progetto ed hanno spiegato che:

  • “il monumento si presenta come una lastra, spezzata al centro, bucata da fori e con cerchi concentrici alle spalle che, nella loro essenzialità, simboleggiano gli echi della violenza che si propagano nello SPAZIO-TEMPO. A dare origine alla narrazione il simulacro di un fucile spezzato posto alla base dell’opera.

      Dalla frattura centrale nasce una rosa”.

  • “È dalla violenza, dalla guerra esemplificata dall’arma che prende vita il racconto dell’evento tragico: trentatré persone inermi, cittadini di diversi paesi della Marsica, e del mondo, trucidate nella seconda guerra mondiale, evocate nei FORI-MEMORIA; vite spezzate, bucano il silenzio, l’oblio e attraverso l’assenza, le possibilità negate, i sogni infranti, filtra la LUCE-CONOSCENZA che s’irradia dalla LASTRA-MURO e si diffonde sulle LINEE-FORZA. Attraverso la conoscenza si perviene alla nascita di un mondo altro, simboleggiato dalla ROSA che dalla frattura s’innalza sul suo esile stelo.”

Gli studenti della sezione metalli del Liceo artistico Bellisario, coadiuvati dai loro insegnanti, hanno raccolto la sfida e si sono cimentati con una progettazione che ci consegna riflessioni importanti:

  • la guerra è sempre atroce e disumana;
  • la guerra è sempre in agguato;
  • la violenza genera altra violenza;
  • le armi andrebbero depotenziate se non distrutte.

Le armi vanno depotenziate se non addirittura distrutte e non più prodotte, affinché possano nascere la pace e l’amore e ciò sarà possibile attraverso la conoscenza.

Pace-Amore rappresentati dalla rosa.

La scuola si fa portavoce, con quest’opera, di un messaggio universale e a distanza di circa ottant’anni da quel tragico fatto, ci impone di non dimenticare, ci sollecita a prestare attenzione agli echi ed alla guerra reale che ancora persistono nel nostro mondo.

RICORDARE per CAMBIARE.

Realizzazione Progetto:

Dopo l’incontro del 22 aprile 2022 la scuola ha iniziato la realizzazione del monumento e l’Anpi Marsica si è fatta carico di coinvolgere altri soggetti operatori affinché l’opera potesse essere realizzata nella sua interezza.

La presentazione dell’opera all’amministrazione comunale si è tenuta il 25 Gennaio  2023 nella Giornata della Memoria  alla presenza degli Assessori R. Verdecchia e P. Gallese e dei rappresentanti del Liceo e dell’ANPI Marsica

Coordinatore del progetto Augusto Di Bastiano – Segretario ANPI Marsica

Studio e realizzazione monumento:

LICEO ARTISTICO Vincenzo Bellisario AVEZZANO

Dirigente scolastico: Prof. Damiano Lupo

Progettazione e realizzazione: classe VB

Indirizzo: DESIGN DEI METALLI E DELL’OREFICERIA

Docenti: Prof. Giuseppe Cipollone e Prof.ssa Stefania Ferella

Fase ideativa e progettuale – alunno: Lorenzo Piccone

Fase realizzativa – alunni: Andrea Carusi, Mattia Coletta, Fernando Di Cristofano, Concetta Di Donato, Caterina Di Mattia, Giuseppe Evangelista, Agnesa Imishti, Cristian Micocci, Manuel Micocci, Manuel Panunzi, Paolo Paris, Nino Pietrantoni, Margherita Roncone, Delia Toma.

Collaborazione fattiva ed economia da parte:

ANPI Marsica

Cammino dell’accoglienza

Ing. Danilo Rocchi

La ditta Rocco di Micco

L’artigiano Frani Ennio

La ditta Mastroianni marmi di Avezzano

L.I.F.F. CALCESTRUZZI di Iannotti Luigi, Franco, Fabio

Il progetto è stato portato a termine con supporto costante dell’Amministrazione comunale di Avezzano nelle persone dell’Assessore Roberto Verdecchia, dell’Assessore Patrizia Gallese, del Dirigente Massimo De Sanctis ,del Presidente Anpi Marsica Giovanni D’Amico e  Carlo Komel del Cammino dell’Accoglienza.

Il progetto è stato approvato dalla Giunta Comunale  con deliberazione n.74 del 18/04/2023

Comuni facenti parte dell’associazione Martiri di Capistrello: Avezzano ,Capistrello, Balsorano, Civita D’Antino, Morino, San Vincenzo Valle Roveto, Civitella Roveto, Canistro, Castellafiume  ,Luco dei Marsi, Trasacco  ,Massa D’Albe. In procinto di aderire Borgorose e Pescorocchiano avendo avuto cittadini uccisi nell’eccidio di Capistrello.

Augusto Di Bastiano –  Segretario ANPI Marsica

Condividi questo articolo