Avezzano – Nuovo appalto rifiuti: “Un uomo solo al comando, il suo nome è…” Di Carlo!

Angelo Venti
Angelo Venti
6 Minuti di lettura

C’è un uomo solo al comando; il suo nome è…” La famosissima frase del radiocronista Mario Ferretti, che nel ’49 descrisse alla perfezione l’arrivo della storica tappa Cuneo-Pinerolo, ben si adatta per commentare l’esito del bando di gara per il nuovo appalto per la gestione del servizio rifiuti urbani del Comune di Avezzano. In palio, un appalto da oltre 50 milioni di euro.

La clamorosa sorpresa si è avuta oggi alle 12, al momento dell’apertura delle buste. A rispondere al bando è stato un solo concorrente, Tekneko Servizi Ecologici srl, che diventa così ufficialmente anche l’unica società ammessa alla gara. Società che dovrà ora presentare la sua offerta, magari anche con il ribasso d’asta.

E così dopo oltre 6 anni, senza trovare rivali,Tekneko subentra aTekneko: il trofeo questa volta sono gli oltre 50 milioni di euro dell’ appalto per la gestione del servizio rifiuti urbani per i prossimi 7 anni.

E se è chiaro il nome di chi ha vinto questa partita – Umberto Di Carlo – è altrettanto chiaro il nome di chi questa partita l’ha clamorosamente persa: il sindaco Gianni Di Pangrazio. Per la Giunta da lui capitanata e la Corte dei miracoli che la circonda – che in mezzo ai rifiuti urbani avezzanesi tanto ha brigato, sia in chiaro sia al coperto, alla vigilia di questo appalto – questo è solo l’ultimo tra i tanti catastrofici risultati che da un po’ di tempo sta collezionando uno dopo l’altro.

Ricordiamo solo – tanto per rimanere in tema – proprio la figura barbina fatta dall’Amministrazione Di Pangrazio nella vicenda del ricorso Comune contro Aciam. Sempre sullo stesso argomento, interessante anche questa illuminante video-intervista che nel settembre scorso proprio Umberto Di Carlo, Patròn di Tekneko, aveva rilasciato in esclusiva a SITe.it . Video intervista che vale la pena riascoltare:

Il colpo di scena di oggi farà certamente discutere gli addetti ai lavori e non solo. I soliti maligni mormorano che, tra i tavolini dei bar intorno al Municipio – e nelle segrete stanze del Palazzo di città – i broker di scommesse clandestine sarebbero già a caccia di chi vuole puntare su quali teste, metaforicamente, salteranno in Municipio. E anche sull’entità del ribasso d’asta di cui beneficerà il Comune di Avezzano…

Altro che “Piatto ricco, mi ci ficco”, evidentemente non ci sono più gli imprenditori e soprattutto gli amministratori di una volta. Effettivamente non è mai successo che con un importo così consistente sul tavolo, alla gara d’appalto rispondesse un solo concorrente. Un evento più unico che raro, che lascia tutti spiazzati. Soprattutto se si considera che sul sito istituzionale dell’Agir, nella Faq della gara d’appalto, molti potenziali concorrenti hanno posto domande di chiarimenti: sono ben 44 le richieste avanzate dai soggetti più vari. E se è vero che a volte la spiegazione la si trova nei dettagli, nelle pieghe di quelle Faq chissà che non spunti qualcosa che chiarisca il mistero che avvolge l’intera vicenda.

Ricordiamo che il termine per la presentazione delle offerte era scaduto a mezzogiorno di ieri, giovedì 14 dicembre 2023. Il bando è quello per l’aggiudicazione del “Servizio di raccolta differenziata domiciliare (porta a porta) dei rifiuti solidi urbani e spazzamento delle vie comunali e gestione del Centro di raccolta comunale e del Centro del riuso nel Comune di Avezzano”.

La base d’asta dell’appalto – relativo alla gestione del servizio per i prossimi 7 anni – al netto di tasse e oneri vari è di 41.143.421 euro: ad indire la gara, il 9 novembre scorso, è stata l’AGIR (Autorità Gestione Integrata Rifiuti Abruzzo).

Anche il precedente contratto per la gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani avezzanesi – della durata di cinque anni – se lo era già aggiudicato la società Tekneko Servizi Ecologici srl: fu stipulato l’11 ottobre del 2017 con scadenza fissata al 31 agosto 2022. In attesa della nuova gara d’appalto e grazie a ben tre proroghe semestrali, il contratto era stato però esteso fino al dicembre 2023: finalmente, aperte le buste, l’Agir ora potrà procedere con l’iter per l’assegnazione del nuovo appalto.

Ricorso Comune-Aciam: cala il sipario. Entro giovedì, offerte per nuovo bando rifiuti

Avezzano – Rifiuti: Appalto da 50 milioni di euro, doppia inversione a “U” del sindaco e ospite a sorpresa

Avezzano – Affaire rifiuti: Comune ritira ricorso contro Aciam, ai cittadini le spese

Avezzano – Aumenti Tari: Comune li congela giovedì, giudice li scongela venerdì

Avezzano –Aumenti tassa rifiuti urbani: parla Tekneko – Video

Avezzano – Affaire rifiuti: “Settimana di passione” per la Giunta Di Pangrazio

Avezzano – Rifiuti urbani: Di Pangrazio trascina Bianchini in tribunale

Commissione Vigilanza su caos rifiuti urbani: Di Pangrazio a spasso con Chica. Video

Rifiuti urbani – Sarà una calda estate: focolaio d’incendio all’assemblea Aciam

Estate avezzanese – Tra 2 settimane scade contratto raccolta e smaltimento rifiuti urbani: preoccupazione in città

Condividi questo articolo