Certificati medici falsi. Condanna Aratari: per la Cassazione il caso è chiuso

Redazione
Redazione
8 Minuti di lettura

La Corte di Cassazione respinge il ricorso presentato da Arnaldo Aratari, già condannato per corruzione a 2 anni e 7 mesi con sentenza irrevocabile.

I giudici della Suprema corte mettono così la parola fine alla lunga querelle giudiziaria seguita all’inchiesta “Tutti per uno”, una brutta storia ricordata dalla cronaca come l’Emporio dei certificati medici falsi, smascherata nel 2018 dalla Guardia di Finanza di Avezzano.

La vicenda giudiziaria, in realtà, si era già conclusa con due pesanti condanne, diventate definitive nel 2021: all’agente di polizia penitenziaria Luigi Maiello 3 anni e 3 mesi per corruzione, falsità ideologica e truffa ai danni dello Stato; 2 anni e 7 mesi per corruzione al professore e imprenditore sanitario di Gioia dei Marsi, Arnaldo Aratari.

Aratari però non si è arreso e ha voluto giocare anche un’ultima carta, presentando un ricorso alla Corte di cassazione con cui ha impugnato l’ordinanza della Corte d’appello di Campobasso, che aveva respinto la sua istanza di revisione della sentenza di condanna emessa dal tribunale di Avezzano, sentenza poi confermata dalla Corte d’appello dell’Aquila e diventata irrevocabile nel 2021.

Ed è proprio quest’ultimo ricorso che la Suprema corte ha dichiarato inammissibile, condannando anche

il ricorrente al pagamento delle spese processuali e della somma di euro 3000 in favore della cassa delle ammende”.

Ricordiamo che Aratari aveva fondato il suo ricorso in particolare su due punti: 1) un altro procedimento giudiziario avviato nei suoi confronti era stato archiviato; 2) una intercettazione ritenuta dal ricorrente decisiva per la sua condanna non era invece presente sul supporto magnetico fornito a sua richiesta dal Gip del tribunale di Avezzano.

I giudici nella sentenza osservano però che tali elementi non costituiscono una “prova nuova”, requisito questo che è uno dei presupposti per richiedere una revisione di una sentenza definitiva. In merito all’assenza dell’intercettazione, invece, per la Corte di cassazione la cosa non sarebbe sufficiente, visto che la condanna dell’Aratari si basava anche su altre prove. Dal punto di vista sostanziale, quindi, secondo i giudici mancherebbero i presupposti per il ricorso.

Ma aldilà del merito, ad essere interessanti sono le altre motivazioni con cui la Corte di Cassazione ha motivato il suo rigetto. I giudici, infatti, hanno da ridire soprattutto sotto l’aspetto formale e – si sa – in un processo la procedura è anche sostanza: un errore procedurale macroscopico che sarebbe stato commesso dalla difesa e che i giudici non evitano di rilevare. Micidiale, sotto questo punto di vista, quanto scrivono nella sentenza:

il ricorso è inammissibile poiché proposto da difensore non munito di procura speciale. Giova ribadire che in tema di revisione, è inammissibile l’istanza proposta dl difensore privo di procura speciale, in quanto […] prevede autonoma possibilità di impugnazione solo per il difensore dell’imputato e non anche del condannato, trovando la detta limitazione giustificazione nel carattere assolutamente personale della richiesta di revisione. […] Nel caso in esame il condannato ha proposto personalmente l’istanza di revisione ma il ricorso è stato proposto dal difensore non munito di procura speciale […]. Si impone, pertanto la dichiarazione di inammissibilità del ricorso con conseguente condanna del ricorrente al pagamento delle spese processuali…”.

SULLO STESSO ARGOMENTO:

Certificati medici falsi – Aratari e Maiello condannati anche in Corte d’appello – SITe.it

Condanna in Corte d’appello per Arnaldo Aratari e Luigi Maiello, il professore di Gioia dei Marsi e l’agente di polizia penitenziaria rimasti coinvolti nel giro di certificati falsi smascherato nel marzo 2018 dalla Guardia di Finanza di Avezzano. Il giudice della corte d’appello dell’Aquila lo scors…

“Tutti per uno” – Certificati falsi: rinvio a giudizio per Gallese, 2 anni e 7 mesi per Aratari – SITe.it

Condanne e assoluzioni, rinvii a giudizio e proscioglimenti: è questo il primo bilancio dell’inchiesta “Tutti per Uno” a carico del dott. Angelo Gallese + 14, cristallizzata nella sentenza emessa ieri dal Gup del tribunale di Avezzano Caterina Lauro. La clamorosa operazione, avviata inizialmente dal…

Certificati medici falsi: Gallese + 15 alla sbarra. Sull’inchiesta l’ombra di Aratari – SITe.it

Domani la nuova puntata dell’inchiesta “Tutti per uno”. L’udienza preliminare del procedimento penale 2388/17 si terrà venerdì 5 aprile presso l’aula 5 del tribunale di Avezzano, davanti al Gup Caterina Lauro. Alla sbarra insieme ad altre 15 persone lo psichiatra Angelo Gallese: le accuse vanno dall…

Sistema sanitario – Il giudice: «Lo Stato sta capitolando davanti alla difesa di Aratari» – SITe.it

di Angelo Venti e Claudio Abruzzo AVEZZANO – Inchiesta “Tutti per uno”: clamoroso colpo di scena apre scenari da far tremare i polsi nell’inchiesta della procura di Avezzano su un giro di pensioni, certificati e false autorizzazioni con il coinvolgimento di medici, politici ed esponenti delle forze …

“Operazione Tutti Per Uno”: il finanziere Gianluca Alfonzi si difende davanti al Gup. Prossima udienza a giugno – SITe.it

Si è tenuta davanti al Gup Caterina Lauro l’ennesima udienza preliminare sul presunto giro di certificati falsi. Si tratta del procedimento penale 838/16, che vede coinvolti 15 indagati sospettati a vario titolo di reati che vanno dalla corruzione alla truffa ai danni dello Stato, dalla frode assicu…

“Tutti per uno”: al centro dell’udienza arringa difesa coniugi Aratari – SITe.it

Si è tenuta davanti al Gup Caterina Lauro l’udienza preliminare a carico di Angelo Gallese + 14, coinvolti nell’inchiesta “Tutti per uno”. Nel corso dell’udienza, che si è celebrata nell’aula 5 del Tribunale di Avezzano, si sono tenuti anche i riti abbreviati chiesti dai coniugi Tiziana Mascitelli e…

Tar: “Edificio struttura sanitaria Medisalus torni a uso agricolo”. Arnaldo Aratari Transformers – SITe.it

L’edificio che a Lecce nei Marsi ospita la struttura sanitaria Medisalus deve tornare all’uso agricolo. Il Tar ha respinto il ricorso presentato da Arnaldo Aratari, dando ragione al Comune che gli aveva ritirato le autorizzazioni. Il sindaco De Angelis, sollevato, ricorda: “un altro procedimento in …

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è aratari-gallese-150x150.jpg

“Tutti per uno” – Certificati falsi: rinvio a giudizio per Gallese, 2 anni e 7 mesi per Aratari

 *   

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è avv-antonio-valentini-150x150.jpg

“Tutti per uno”: al centro dell’udienza arringa difesa coniugi Aratari

 *   

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è gallese-cimice-e-video-150x150.jpg

Certificati medici falsi: Gallese + 15 alla sbarra. Sull’inchiesta l’ombra di Aratari

*   

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è finanza-caserma-AZ-150x150.jpg

Sistema sanitario – Il giudice: «Lo Stato sta capitolando davanti alla difesa di Aratari»



Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Alfonsi-1-150x150.jpg

“Operazione Tutti Per Uno”: il finanziere Gianluca Alfonzi si difende davanti al Gup. Prossima udienza a giugno

 


Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è mascitelli-motoveicolo-150x150.jpg

Sistema sanitario – Pensioni, bugie e videotape

 




Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è LECCE-consiglio-comunale-150x150.jpg

Sistema sanitario – Medisalus: inquinamento e autorizzazioni in consiglio comunale





Condividi questo articolo