Civitella Roveto: il dottor De Filippis si candida a sindaco, tutto torna in discussione

Con De Filippis anche il dottor De Blasis, papà dell'europarlamentare Elisabetta De Blasis

Alfio Di Battista
Alfio Di Battista
2 Minuti di lettura

Civitella Roveto – La discesa in campo di Sandro De Filippis spariglia tutto a Civitella Roveto. Un profilo rilevante che ha fatto storia nel centro rovetano. Già sindaco in più consiliature, De Filippis, medico e politico di lungo corso, ha accolto i pressanti inviti a ritornare sulla scena politica arrivati da Giancarlo Montaldi e dal suo gruppo.

Montaldi era stato l’avversario di Oddi nella campagna elettorale di due anni fa che aveva sancito la vittoria dell’avvocato. Una vittoria che aveva dato vita a un’amministrazione durata appena un paio di anni, dopo che era venuta a mancare la maggioranza, poco prima di Natale.

Con la nomina del Commisario Prefettizio, a seguito della caduta di Oddi, il gruppo di opposizione, guidato da Montaldi, aveva iniziato a lavorare a un nuovo progetto, e De Filippis pareva rappresentare la sintesi più solida per validare una proposta credibile per la cittadinanza.

Il lavorio di composizione della compagine è stato portato avanti nella massima discrezione, ma in maniera molto efficace, almeno dal punto di vista del peso elettorale che potenzialmente esprimono i numeri sulla carta. I detrattori parlano di ritorno dei dinosauri, ma chi mastica la politica ritiene che De Filippis possa catalizzare un largo consenso.

Montaldi ha precisato che sarà in lista assieme ad alcune persone già candidate con lui due anni fa. A loro si aggiungeranno alcuni profili che in passato hanno affiancato Sandro De Filippis, oltre al dottor Domenico De Blasis, papà dell’europarlamentare Elisabetta De Blasis.      

Condividi questo articolo