Unicef - Omaggio a S. Rachmaninov

08dic21:0023:00Unicef - Omaggio a S. RachmaninovAvezzano - Orchestra da camera aquilana con la pianista Oxana Shevchenko

Dettagli dell'evento

Grazie al contributo del Comune di Avezzano, all’impegno dell’Associazione Athena dell’Aquila, al sostegno del Comitato Provinciale Unicef e alla partecipazione della Pro Loco di Avezzano, Il concerto vuole rappresentare un omaggio al compositore russo S. RACHMANINOV, di cui ricorre quest’anno il 150° anniversario della nascita. 

Nell’ottica dell’apprezzamento del valore della musica e della letteratura russa, la prolusione al concerto verrà svolta dalla prof.ssa ORNELLA CALVARESE docente di Letteratura presso l’Università degli Studi dell’Aquila, esperta di lingua e letteratura russa.

Al riguardo, il M° CARMINE GAUDIERI, direttore dell’orchestra da Camera Aquilana e principale promotore dell’incontro con la musica e la letteratura russa, esprime grande apprezzamento per il Sindaco Di Pangrazio e per l’Amministrazione Comunale per aver accolto l’iniziativa e rileva che l’evento rappresenta un importante segno di pace e di amicizia fra i popoli, in un tempo segnato da forti venti di guerra, e un importante momento di sensibilizzazione per il dramma dei bambini. Sottolinea, inoltre, che essendo l’ingresso libero con oblazione volontaria a favore dell’Unicef, assume particolare rilievo il fatto che una stimatissima concertista russa si esibisca per raccogliere fondi per l’assistenza ai bambini, a dimostrazione che la musica a volte approda dove la diplomazia ha difficoltà ad arrivare.

Per l’occasione, si esibirà l’ORCHESTRA DA CAMERA AQUILANA, che svolge attività sul territorio dal 1995 e si è esibita in tutte le regioni Italiane e all’estero: in U.S.A in CINA (radiotelevisione di Zibo Bejjing hall di Pechino), collaborando con solisti di primo piano del panorama nazionale e internazionale, quali Bruno Canino, Rocco Filippini, Marcella Crudeli, Yasko Fujii ed altri.

l concerto prevede la partecipazione straordinaria, come solista, della pianista OXANA SHEVCHENKO vincitrice di 3 concorsi internazionali, e che ha suonato con orchestre sinfoniche in tutto il mondo, tra cui la BBC Scottish Symphony Orchestra, la Sydney Symphony Orchestra e l’Orchestra dell’Arena di Verona. Ha inoltre suonato con direttori di grande autorevolezza, come Vladimir Ashkenazy, Martyn Brabbins, Pascal Verrot, Koji Kawamoto e Rumon Gamba.

Il programma prevede l’esecuzione dei brani più famosi del compositore russo: Vocalise op.34 per archi e il celeberrimo concerto in re min n° 2 per pianoforte e orchestra op.18.

Il presidente dell’Associazione Athena dell’Aquila, nonché direttore dell’Orchestra da Camera Aquilana, il M° Carmine Gaudieri, mi ha proposto, nei giorni scorsi, nella mia qualità di presidente del Comitato Provinciale Unicef, di destinare all’Ucraina l’oblazione volontaria in occasione del concerto in omaggio al grande compositore S. Rachmaninov, che si terrà al Castello Orsini – Colonna l’8 dicembre prossimo, nel 150° anniversario della nascita.

A me è sembrata, in assoluta buonafede, un’offerta di grande sensibilità e un segno emblematico di come la musica e le arti possano rappresentare, talvolta, un vessillo di pace e un momento emblematico di oltrepassamento delle contrapposizioni e dei conflitti.

La notizia del concerto, invece, ha determinato una reazione contrastiva molto energica di qualche membro della comunità ucraina di Avezzano, che mi ha addolorato perché non c’era e non c’è alcuna volontà, da parte degli organizzatori e da parte del Comitato Provinciale Unicef, di urtare minimamente la sensibilità di persone con le quali, tra l’altro, ho avuto modo di collaborare in maniera molto fattiva e impegnata, mettendo a disposizione la mia persona, il mio tempo, le mie competenze e le mie conoscenze per la raccolta di fondi e di contributi.

Io credo che possa rappresentare un segno di disponibilità al dialogo e alla cessazione della polemica, l’eliminazione immediata della dicitura “per l’Ucraina” in tutte le locandine e i manifesti e la destinazione degli eventuali contributi dei partecipanti, all’organizzazione stessa, che è una diretta emanazione dell’ONU e che ha già impegnato 125 milioni di dollari per dare assistenza vitale ai bambini ucraini.

Nel contempo chiedo alla stampa locale di prendere atto e di rappresentare che non ci sarà alcuna dedicazione particolare del concerto e che non c’era e mai ci sarà l’intenzione di ferire i sentimenti e la dignità del popolo ucraino. Grato per l’attenzione.

Leggi di più

Data

8 dicembre 2023 21:00 - 23:00(GMT+02:00)

Ottieni indicazioni