Giro d’Italia, RCS dice sì a Marsilio. La corsa passerà sulla provinciale 82

Alfio Di Battista
Alfio Di Battista
2 Minuti di lettura

L’Aquila – Qualche ora fa la Regione Abruzzo ha diffuso una nota con cui fa sapere che RCS ha accolto la richiesta del presidente, Marco Marsilio, di far passare il Giro d’Italia sulla strada provinciale 82 anziché sulla statale 690 in Val Roveto, in occasione della nona tappa che da Avezzano porterà i ciclisti a Napoli.

“Devo ringraziare il presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, che si è fatto carico di intervenire per risolvere la frana di Balsorano che blocca la strada provinciale 82 e ripristinarne la funzionalità. Ringrazio anche Maurizio Formichetti per la costante e costruttiva collaborazione fornita con i sopralluoghi effettuati sul territorio, insieme ai sindaci e al personale della mia segreteria che ha seguito la vicenda. Il presidente Caruso mi ha assicurato che sta già procedendo alla gara d’appalto; grazie a questa rassicurazione RCS, pur dovendo allungare di qualche chilometro la tappa, ha accolto la mia richiesta venendo incontro al desiderio dei sindaci dei comuni del territorio di poter avere la carovana rosa che passa attraverso i paesi e non sulla statale.

Sarà un’ottima occasione di promozione del territorio ma soprattutto la soluzione, grazie all’impegno da Provincia, per ripristinare la funzionalità della strada provinciale e risolvere un problema, a prescindere dal Giro d’Italia, che era molto sentito dai cittadini e dai rappresentanti degli enti locali. In questi anni abbiamo lavorato nella collaborazione istituzionale dei vari enti per trovare la soluzione. Sono felice che l’arrivo del Giro abbia potuto rappresentare una situazione di accelerazione e soluzione di questo problema”, ha dichiarato il presidente Marsilio.

Condividi questo articolo