Piazza Risorgimento, luminarie spente e cavi elettrici che lasciano dubbi sulla sicurezza

Un volontario ha evidenziato la presenza di un cavo elettrico penzolante che si insinua fra i rami degli alberi che fungono da sostegno. Il dubbio è che possa rappresentare una potenziale fonte di pericolo.

Alfio Di Battista
Alfio Di Battista
2 Minuti di lettura

Capistrello – È Orazio Croce a segnalare il problema nella serata dell’Immacolata, giorno che segna tradizionalmente l’inizio delle festività natalizie. Cavi sistemati alla meno peggio e la corona posta sul monumento dei caduti, lasciata abbandonata in maniera scomposta ai piedi dell’obelisco eretto in onore dei caduti di tutte le guerre.   

Orazio, volontario attento e attivo in diverse associazioni ma col cuore che batte in particolare per l’Associazione locale degli Alpini, attraverso un video pubblicato sul suo profilo Facebook, ha evidenziato come, delle varie installazioni luminose utilizzate per addobbare la Piazza al centro del paese, soltanto un arco appare acceso, mentre le luci che cingono gli alberi sono rimaste spente.

In particolare, il volontario ha mostrato la presenza di un cavo elettrico penzolante che si insinua fra i rami degli alberi che fungono praticamente da sostegno, ma il lavoro ha decisamente l’aspetto di un’operazione eseguita in maniera approssimativa che insinua il dubbio possa essere una potenziale fonte di pericolo.

Il problema, sottolinea Orazio attraverso il video, è probabilmente dovuto al fatto che dopo la posa del cavo elettrico fra i rami degli alberi, si è poi pensato bene di potare le piante. A scanso di equivoci va precisato che la questione non ha nulla a che vedere con l’evento organizzato dalla Pro Loco, che si è svolto in tutt’altro posto nella massima sicurezza.  

In basso il link del video

https://www.facebook.com/orazio.croce.5/videos/737968308258803

Condividi questo articolo